systematica

Toyota i-Road PRODUZIONE IN PICCOLA SERIE (PER IL CAR SHARING)

Fra le righe di una nota ufficiale, la *Toyota *ha annunciato importanti novità per la *i-Road *: l’innovativa concept a tre ruote presentata lo scorso marzo a Ginevra si trasformerà in un modello di (piccola) serie. Le prime unità debutteranno su strada a inizio 2014, all’interno del programma Ha:mo. *Cos’è Ha:mo. *Ha:mo è un programma di mobilità sperimentale in atto a Toyota City, che è stato ampliato dalla Casa madre all’inizio del mese di ottobre, con l’obiettivo di portarlo dai cento utenti attuali fino a un tetto di mille. L’idea che c’è alla base costituisce un esempio particolarmente avanzato di approccio alla mobilità integrata, che avvicina i mondi del trasporto individuale e pubblico attraverso iniziative come il car sharing elettrico e l’applicazione Ha:mo Ride. *L’app Ha:mo Ride. *Quest’ultima fornisce indicazioni sui percorsi ottimali, calcolando il traffico e le emissioni totali che verranno generate nello spostamento e permette da oggi di prenotare anche i veicoli via smartphone. Non solo: in un’ottica di ampliamento dei servizi legati alla mobilità, sarà possibile accedere agli orari del trasporto pubblico e conoscere le informazioni e le previsioni sul traffico nei vari giorni della settimana. *L’ampliamento del parco veicoli. *Oltre all’arrivo su strada della i-Road, la Toyota ha annunciato l’ampliamento del servizio di car sharing con l’introduzione di 45 nuovi mezzi, che vanno a moltiplicare la formazione attuale, composta da dieci unità. I veicoli sono tutti delle elettriche ultracompatte, note con la sigla “COMS”: entro la metà del mese, come aveva anticipato la Casa stessa lo scorso maggio, la flotta raggiungerà le 100 unità totali. *Più stazioni per ritiro e consegna. *Discorso identico per il servizio di bike sharing: dalle dieci unità (realizzate in collaborazione con la Yamaha) disponibili inizialmente, si è passati a 62, e presto verrà raggiunta quota 100. Crescerà contemporaneamente il numero di stazioni dove sarà possibile ritirare o consegnare i mezzi, per un totale di 21 punti, tutti nei pressi di uffici Toyota, centri commerciali e fermate del trasporto pubblico. Rimane la possibilità di ritirare e lasciare il veicolo prescelto in punti diversi della città. *Il futuro del sistema di pagamento.* Da ottobre è inoltre partito un nuovo sistema di pagamento che prevede una tariffa di 1,60 euro per i primi dieci minuti con un veicolo COMS e di 0,16 euro per ogni minuto successivo. La Toyota introdurrà a metà novembre dei pagamenti differenziati, per favorire l’utilizzo delle stazioni con più afflusso, e studierà in futuro le abitudini degli utenti, allo scopo di affinare ulteriormente il funzionamento del sistema. Source: http://www.quattroruote.it/notizie/ecologia/toyota-i-road-produzione-in-piccola-serie-per-il-car-sharing